Tu sei qui

Linee di indirizzo del Dirigente Scolastico

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

visto l’art. 3, comma 4, del DPR 275/99, come modificato dall’art. 1, comma 14, della Legge 107/2015, 

DEFINISCE

i seguenti indirizzi generali per le attività della scuola sulla base dei quali il Collegio dei Docenti elaborerà il Piano dell’Offerta Formativa relativo al triennio 2019/2022.

L’attività dell'Istituto Comprensivo “B.Muzzone” si sostanzia nel Piano dell’Offerta Formativa che la scuola elabora per il triennio 2018-2021 al fine di indicare, in coerenza con gli obiettivi di miglioramento individuati nel RAV,le attività, le strategie, le risorse necessarie al raggiungimento degli obiettivi generali previsti dalle Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione, formalizzate con D.M. n. 254 del 13 novembre 2012 e degli obiettivi prioritari fissati dalla Legge 107/2015.

Attraverso il suo Piano dell’Offerta Formativa, l'Istituto Comprensivo “B.Muzzone”garantisce l’esercizio del diritto degli alunnial successo formativoed alla migliore realizzazione di sé in relazione alle caratteristiche individuali, secondo principi di equità, di inclusione, di integrazione e di pari opportunità.

L’offerta formativa dell'Istituto Comprensivo caratterizza il primo segmento del percorso di istruzione, contrassegnata dalla continuità curricolare tra i diversi gradi scolastici: Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° grado, contribuendo a che gli alunni acquisiscano una solidapreparazione culturale di base, rafforzando la padronanza da parte lorodelle competenze necessarie alla prosecuzione degli studi edelle competenze di cittadinanza attiva, consapevole, responsabile, democratica; questo al fine di rafforzare negli studenti il rispetto di se stessi e degli altri, il rispetto dell’ambiente e il senso di appartenenza ad una  comunitàsolidale, che sia capace di accogliere e valorizzare le differenze.

Per rispondere a queste finalità il PTOF della scuola dovrà comprendere:

la presentazione della scuola e l'analisi del contesto in cui opera;
le scelte strategiche, a partire dal R.A.V. e dai risultati raggiunti nelle prove INVALSI, al fine di redigere un Piano di miglioramento che possa prevedere azioni utili ad intervenire sulle criticità;
l'offerta formativa, il curricolo verticale di Istituto ai sensi delle Indicazioni Nazionali per il primo ciclo ed i criteri adottati dal Collegio per la progettazione didattica aggiuntiva;
l'organizzazione della scuola (funzionigramma ed organigramma), gli orari ed il tempo-scuola proposto alle famiglie; il piano di formazione del personale docente ed A.T.A.;
le azioni di monitoraggio e valutazione dei risultati di apprendimento.

Il PTOF verrà aggiornato:

  • ogni qual volta il Collegio dei Docenti lo ritiene opportuno, nel passaggio da un anno scolastico ed il successivo;
  • ogni anno scolastico, con l’indicazione dei progetti che si intendono realizzare.

Insieme agli obiettivi di apprendimento curricolari, la progettualità didattica del Collegio dei Docenti dovrà tenere presenti le seguenti direttrici di lavoro:

la valutazione delle competenze acquisite dagli alunni e le azioni di formazione che si rendono necessarie per sviluppare un sistema organico e condiviso di valutazione degli apprendimenti;
il potenziamento delle competenze di comunicazione degli alunni dell'istituto comprensivo;
lo sviluppo di competenze di cittadinanza, anche in relazione alle sfere dell'emotività e della affettività, al fine di rendere gli alunni più capaci di gestire le proprie emozioni e di rispettare quelle altrui;
lo sviluppo di relazioni sempre più strette con il territorio e con tutto ciò che, all'esterno della scuola, può contribuire a costruire una rete di relazioni finalizzate ad incrementare le opportunità educative e formative, con particolare attenzione alle famiglie meno dotate di mezzi economici e culturali.
la progettazione di attività per lo sviluppo delle competenze di cittadinanza e per l’educazione al rispetto di genere, etnia, religione, scelte personali e famigliari di vita.

Sul versante metodologico-organizzativo, la didattica dovrà sviluppare processi di insegnamento-apprendimento efficaci nell’ottica della personalizzazione, fondati non solo sulla lezione frontale, ma sull’apprendimento cooperativo, sulla didattica per problemi, sul lavoro di ricerca nel piccolo gruppo, sulla didattica laboratoriale. Il processo di riorganizzazione della scuola Primaria e Secondaria orientato alla "scuola dei laboratori" rappresenta già un passo avanti significativo realizzato, da valorizzare e sviluppare ulteriormente.

Il Piano Triennale dell’Offerta Formativa indicherà, inoltre,il piano di formazione del personale docente e ATA, il fabbisogno di risorse professionali (docenti ed ATA), strumentali, materiali ed infrastrutturali, prevedendo quindi una stretta sinergia con i servizi generali e amministrativi, per i quali il dirigente scolastico, ai sensi dell'art. 25 comma 5del D. Lgs. n. 165/2001, fornisce al DSGA le direttive di massima che costituiscono linee di guida, di condotta e diorientamento preventivo sullo svolgimento delle specifiche attività previste dai servizi.

Le Funzioni Strumentali individuate dal Collegio Docenti, le Collaboratrici del Dirigente Scolastico e Coordinatrici di plesso, i Coordinatori di Classe e di interclasse,i Responsabili dei progetti di ampliamento dell’offerta formativa, costituiranno i nodi di raccordo tra l'ambito gestionale e l'ambito didattico, al fine di garantire la piena attuazione del Piano.

Lo Staff di istituto sarà incaricato direttamente di gestire la fase di redazione del Piano Triennale dell'Offerta Formativa, in modo da poter passare all'approvazione da parte del Collegio dei Docenti e del Consiglio di Istituto entro l'inizio della fase di iscrizioni.

Il presente Atto, rivolto al Collegio dei Docenti, è acquisito agli atti della scuola,reso noto agli altri Organi collegialicompetenti e pubblicato sul sito web della scuola.

Sito realizzato da Consuelo Giaccone con il modello distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.39 del 19/08/2015 agg.06/09/2015